AMBIENTE, CLIMA E MIGRAZIONI: CAPIRE ED AGIRE SULLA BASE DI FATTI


La conferenza vuole essere luogo di condivisione e scambio finalizzati a chiarire gli effetti dell’ambiente, in particolare dei cambiamenti climatici sulla salute le condizioni economiche e sociali.

Quali relazioni tra condizioni ambientali (compreso l’accesso alle risorse naturali) e conflitti economici, politici, sociali e militari?

Quali motivazioni ambientali, sanitarie ed economiche che inducono alla scelta migratoria?

L’intento è quello di favorire la diffusione di un approccio scientifico in problematiche di elevato impatto sociale come quello delle migrazioni, creando un contesto razionale ed inclusivo per avviare collaborazioni tra Istituzioni, mondi del terzo settore e del volontariato, centri di ricerca per affrontare le molteplici questioni connesse alle “migrazioni”.

Promuovere una strategia rispettosa delle esigenze di accoglienza e [di sicurezza] inclusione sociale che nel contempo rassicuri la cittadinanza sul proprio diritto alla sicurezza e all’accesso pieno al welfare pubblico e privato.

PROGRAMMA

ore 09.00 – Apertura lavori e saluti delle Autorità

Le migrazioni ambientali: cause ed effetti

  • Le migrazioni ambientali nella storia |   Valerio Calzolaiogià sottosegretario al Ministero dell’Ambiente 
  • Le cause dei flussi migratori oggi e nel futuro |   Giovanni LeonardiCapo del Dipartimento di epidemiologia ambientalePublic Health England
  • Economia, Ambiente e Migrazioni |   Maria Cecilia Guerragià sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali

Ambiente e migrazioni: i concetti e i numeri

  • Clima, Migrazioni e la “Laudato sii, sulla casa comune” |   Vittorio Cogliati Dezzagià Presidente nazionale di Legambiente

Testimonianze e dibattito, introdotte da Giuliano Stenico, presidente della Fondazione CEIS e Direttore dell’Istituto Toniolo

ore 13.00 – Conclusione

 

Conduzione: Aldo Balzanelli, giornalista La Repubblica

 

Segui la pagina facebook www.facebook.com/ambiente.clima.migrazioni

Per rimanere aggiornato tramite l’evento facebook -> clicca qui

Per informazioni: vai al modulo contatti

 

Evento organizzato da: